Sant'Eufemia a Majella - Roccacaramanico

Sant'Eufemia a Majella - Roccacaramanico Sant'Eufemia a Majella - Roccacaramanico Sant'Eufemia a Majella - Roccacaramanico Sant'Eufemia a Majella - Roccacaramanico
Un piccolo borgo situato su una rupe, sotto gli occhi della Majella, è quello che resta di un vecchio centro dalla ricca storia: oggi è poco più di un paese fantasma. Che però attira numerosi visitatori, i quali hanno recuperato vecchi ruderi per farci la propria seconda casa. Oggi questo gruppo di pietre in Abruzzo rivive grazie all'impegno dei suoi nuovi abitanti: ed è una Meraviglia Italiana".
La ricerca di tranquillità, di fuga dallo stress cittadino, non poteva trovare scenario migliore in questo pezzo di terra incontaminato, lontano dalle preoccupazioni della vita quotidiana e immerso in un paesaggio naturale fantastico.
Roccacaramanico è una meta perfetta per una settimana bianca. E come potrebbe essere altrimenti con tutta la neve che cade? Gli amanti dello sci possono scegliere di rilassarsi nella tranquillità del borgo, per poi andarsi a scatenare sulle piste della Majella chietina: sia gli impianti sciistici di Passo Lanciano e Maielletta che quelli di Pizzoferrato e Gamberale si trovano a poco più di 50 km di distanza, circa un'ora in auto. In estate invece lo stesso Parco Nazionale della Majella è una miniera per gli escursionisti, che possono immergersi nei numerosi sentieri e attraverso le varie riserve. La possibilità di entrare in contatto con la ricca fauna abbruzzese, costituita da una nutrita varietà di mammiferi e uccelli è notevole. La valle dell'Orta merita una passeggiata per costeggiare le sponde del fiume omonimo, che scava un canyon separando i territori del Morrone da quelli della Majella. Nei dintorni il centro turistico più vicino è quello di Caramanico Terme (13, 6 km), frequentato proprio per i suoi stabilimenti termali. Non molto distante vi è la città di Sulmona (33,7 km), conosciuta per il suo bellissimo centro storico e la fabbricazione di confetti.
Vivi la tua vacanza nel Parco Nazionale della Majella nelle nostre case vacanze : clicca qui.


Sicuramente l'attività di trekking e di esporazione del Parco Nazionale della Majella sono le attività migliori per chi decide di trascorrere qualche giornoo di relax tra le montagne d'Abruzzo. Roccacaramanico è una meta perfetta per una settimana bianca. E come potrebbe essere altrimenti con tutta la neve che cade? Gli amanti dello sci possono scegliere di rilassarsi nella tranquillità del borgo, per poi andarsi a scatenare sulle piste della Majella chietina: sia gli impianti sciistici di Passo Lanciano e Maielletta che quelli di Pizzoferrato e Gamberale si trovano a poco più di 50 km di distanza, circa un'ora in auto. In estate invece lo stesso Parco Nazionale della Majella è una miniera per gli escursionisti, che possono immergersi nei numerosi sentieri e attraverso le varie riserve. La possibilità di entrare in contatto con la ricca fauna abbruzzese, costituita da una nutrita varietà di mammiferi e uccelli è notevole. La valle dell'Orta merita una passeggiata per costeggiare le sponde del fiume omonimo, che scava un canyon separando i territori del Morrone da quelli della Majella. Nei dintorni il centro turistico più vicino è quello di Caramanico Terme (13, 6 km), frequentato proprio per i suoi stabilimenti termali. Non molto distante vi è la città di Sulmona (33,7 km), conosciuta per il suo bellissimo centro storico e la fabbricazione di confetti.
 Da Roccacaramanico potrai esplorare :
- Le cime del Monte Amaro e del Morrone, orgoglio della gente montanara, che custodiscono e sorvegliano nella loro maestosità il villaggio.
- Il monte Morrone quadro vivente, mutabile, i cui colori sono quelli dell’arcobaleno, ma anche una stupenda scultura che si perfeziona nelle cime quasi a guglie e nelle sue presuntuose pareti rocciose.
- L’alta valle dell’Orta area verdeggiante, selvaggia e pittoresca dell’alto corso del fiume Orta.
- La riserva naturale Lama Bianca che si estende sino alla cima del Monte Amaro. Deve il suo nome allo scosceso pendio roccioso (lama) che si caratterizza per il tipico colore chiaro delle rocce calcaree; zona ricca di faggete intervallate da distese di pino mugo; meta ambita da tutti gli appassionati delle montagna è inoltre stata concepita per poter essere fruita da portatori di handicap e dalle persone anziane.
- Le Grotte di rilevante interesse morfologico oltre che paesaggistico le Grotte dei Lucidi e delle Femmine siti di importanza storica per la possibile presenza di reperti appartenenti a varie epoche e le Grotte dei Briganti e Zappano.
- Il Boschetto l’ombra delle sue querce secolari offre sollievo al visitatore donando un piacevole riposo e in un’atmosfera incantata ci si può soffermare ai piedi della “Madonnina del boschetto”. Fu possibile erigere la statua della Madonnina, nell’anno 1954, grazie ai fedeli che offrirono denaro, frumento e uova ed ai muratori che prestarono gratuitamente i loro servigi.


Potrai regalarti momenti di piacere con l'enogastronomia tipica d'Abruzzo nei tanti ristorantini tipici del centro storico.